domenica 25 gennaio 2015

Ci vuole un "passologico"


Che bella la foto d'esordio dei miei ragazzi alla prima uscita federale del 2015 (il CdS Regionale di Cross a Pescara). Che bello quel 4° posto a squadre (nella classifica provvisoria) davanti a sodalizi sportivi che hanno fatto la storia dell'atletica abruzzese. Quei volti, i volti dei miei ragazzi, dicono più di mille racconti. Peccato, ché io non c'ero, impegnato a Formia per l'ennesimo corso federale. C'era però un emozionatissimo Mauro Trubiano (nella foto il primo da destra), amico-presidente della mia-nostra nuova creatura: l'asd passologico, la risposta umana (non la sola in Abruzzo, ci mancherebbe) e pacata a certo agonismo "di ritorno". 

Tapascioni che mettono le chiodate per correre intorno ai 4'/km (e qualcuno pure a 5'/km), che le scelgono con la cura che neanche un Ovett avrebbe usato, al massimo della sua condizione atletica. Amatori assatanati che massacrano ciò che rimane di muscoli e tendini ridotti a groviere di connettivo cicatriziale. Amatori sempre incazzati perché il mondo non si accorge delle loro 'imprese'. Amatori...
Amatori, vi prego: "keep calm and love yourself", ma davvero.
Qualcuno - molti in verità - dovrebbe ritrovare almeno un filo di buon senso; che non vuol dire divertirsi di meno o fare meno fatica, anzi. Ci vuole una risposta sobria, etica, razionale alla dilagante e convulsa rappresentazione di certo agonismo ossessivo e fintamente amatoriale.

Ci vuole un passo logico. E noi di "passologico" ci stiamo provando, concretamente.

11 commenti:

Marco SANTOZZI ha detto...

Caro Mario,
aspettavo questo tuo post nel blog, non poteva mancare. I nostri volti indicano che quella mattina ci siamo divertiti come non mai, e personalmente, è stata un'esperienza esaltante. Grazie ai tuoi insegnamenti e consigli, ma soprattutto alla tua fiducia, riesci ogni volta a motivarci in maniera giusta e sana, come il nostro sport dovrebbe essere. Un plauso al nostro Presidente Mauro che ad ogni passaggio ci incoraggiava, applaudiva, teneva i tempi e fotografava.
Con il nostro 'passologico' ci divertiremo sicuramente.

Un abbraccio,
Marco

Marius ha detto...

Qualcuno sovente dice che la corsa - o lo sport in senso lato - sia un traslato esistenziale. Facciamo in modo che l'esistenza abbia il colore di quei volti.

un abbraccio

m

Pasqualino Onofrillo ha detto...

Complimenti alla PASSOLOGICO ma complimenti soprattutto a che si è "inventato" questo nome per questo, a quanto vedo, gruppo dai forti valori.
Complimenti ancora.
Pasqualino Onofrillo

Marco SANTOZZI ha detto...

Personalmente quel volto e/o sorriso cerco di mantenerlo sempre anche quando le difficoltà prendono il sopravvento.

Un salutone,
Marco

Marius ha detto...

@ Marco: come si dice a Roma: "E ce lo so, Marco" ;-)

@ Pasqualino: eppure l'idea geniale del logo non è mia, ma di un carissimo amico, Giovanni Vanoglio da Brescia; e sono contento che ci abbia fatto un dono così prezioso.

un abbraccio a Tutti

marius

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti!
Non ci crederete ma sono tornato, sul campo intendo. Eh già, non ho resistito e alle fine ho rivarcato il cancello della nuova pista "Mennea" di Chieti Scalo. Questa è la mia terza settimana di allenamento, devo ancora lavorare tanto prima di poter indossare di nuovo le chiodate ma sono deciso a non mollare. L'appuntamento è per giugno col mio nuovo "debutto" su pista.
A presto!

Nunzio

Marius ha detto...

Bentornato Nunzio! Perché, giusto per rimanere in tema col senso del post, Tu non sei un tapascione! ;-)

marius

Marco SANTOZZI ha detto...

In riferimento al post in oggetto:
Blog batte Facebook 7 a 1 in commenti.
Spetta a te ora tirare le ovvie conclusioni ;)

Un salutone,
Marco

Marco SANTOZZI ha detto...

Credo proprio di aver toppato in riferimento al mio commento precedente! L'età avanza; comunque si intuisce, lontano un miglio, che sono di parte (del blog)!

Marius ha detto...

Il blog non morirà. Anche per merito Tuo. ;-)

un abbraccio

m

Marco SANTOZZI ha detto...

Troppo buono, Mario.
Un abbraccio,
Marco